PERSONAL TRAINING ON LINE? Il parere del Dott. Antonio Parolisi

PERSONAL TRAINING ON LINE? Il parere del Dott. Antonio Parolisi

Il Personal Fitness Trainer è una professione che ha preso piede negli ultimi decenni con un’impennata notevole.

L’importanza di “mantenersi in forma” praticando regolare esercizio fisico è probabilmente la raccomandazione più diffusa in ambito salute e benessere.

Da qui la crescente richiesta di operatori che si prendano cura degli utenti che si avvicinano al Fitness.

Tuttavia negli ultimi anni si assistita ad una esponenziale crescita dei consulti on-line dove sono richiesti programmi di allenamento “personalizzati” e diete su misura a distanza.

L’avvento e la rapida diffusione dei social network ha creato una facilità di offerta di servizi on-line in ambito fitness che è a dir poco sbalorditiva.

Sembra quasi che ci siano più “professionisti” del settore che utenti che ne richiedono il servizio.

Tuttavia la consulenza on-line è un prodotto dal quale bisogna stare particolarmente attenti… Specie se si hanno esigenze particolari.

Un lavoro di contatto può essere difficilmente gestibile completamente a distanza. È anche vero che grazie alle moderne tecnologie è possibile creare connessioni dirette tra operatore e utente come se si fosse dal vivo.

Purtroppo, però, non tutti i nuovi “professionisti” riescono a capire l’importanza (o non vogliono) di realizzare scientificamente un programma di allenamento coerente e rispettoso dei limiti o delle potenzialità di in un individuo.

Il prof. Carmelo Bosco è stato tra i più grandi scienziati che l’Italia, ma probabilmente il mondo intero, abbia mai avuto. Egli ha sempre sostenuto che:

“L’allenamento è un’arte che si basa sulla scienza; un allenamento senza valutazione è un itinerario senza meta”.

Ricorda quindi che la parola chiave nel Fitness è VALUTAZIONE.

Video e foto di esercizi che si diffondono a macchia d’olio sul web e sui social fanno spesso credere che l’allenamento e gli esercizi Fitness siano prodotti facilmente vendibili a tutti.

Per quanto molti utenti siano in grado di seguire un qualsiasi programma di esercizi gli venga prescritto queste persone non rappresentano la maggioranza, anzi.

Sono dei privilegiati, dotati fisicamente o persone già allenate senza particolari disagi nei movimenti, limiti o ostacoli. Possono allenarsi praticamente come vogliono e ottengono sempre ottimi risultati.

La grande fetta della realtà, però, è fatta di persone che non hanno mai praticato attività fisica. Al massimo hanno fatto “qualcosa” ogni tanto.

Non hanno schemi motori di base, non sanno respirare (per quanto possa sembrare un’assurdità), non conoscono i loro limiti articolari ne tanto meno la loro composizione corporea.
Hanno livelli di massa cellulare attiva (i motori del corpo) molto bassa e non potrebbero permettersi allenamenti standard perché non sosterrebbero lo stress fisico.

Alcuni utenti, specie per le donne, hanno disfunzioni agli arti inferiori non trascurabili.

Edema, difficoltà circolatoria, gonfiore da stress e infiammazione che peggiorerebbero soltanto con allenamenti non idonei. Vengono consigliati esercizi a circuito, cardio, allenamenti ad alta intensità, ecc.

Il più delle volte seguono diete fai da te e magari si affidano a quelle del momento con risultati disastrosi.

Generalmente questa tipologia di persone è quella più vittima del web marketing.

Spesso nel contesto digitale si propongono programmi venduti come di facile accesso, comprensibili a tutti e con risultati veloci e sicuri.

Tecnici, o presunti tali, mostrano fisici scolpiti nei minimi dettagli.

Uomini o donne con corpi da modelli che vendono i loro programmi nutrizionali e di training a tutti promettendo di raggiungere i loro stessi risultati o quelli dei loro clienti, ovviamente soddisfatti.

Questa è la vetrina del negozio virtuale che ha lo scopo di “acchiappare i clienti” o come qualche esperto di marketing definisce: “acchiappare i polli”.

Purtroppo l’utente ignaro è facilmente abbindolato e letteralmente ipnotizzato dalle centinaia di foto di successo del professionista che mette in mostra come trofei del lavoro eccelso svolto.

Attenzione è anche vero che esistono dei Personal Fitness Trainer che sono letteralmente degli scienziati e offrono dei servizi eccezionali, qualitativi e reali.

Sono coscienziosi e scrupolosi nei confronti della salute dei loro utenti. Meticolosi nella valutazione, nella programmazione e nella guida.

Purtroppo sono così pochi che quasi non fanno testo… ma grazie al cielo esistono ancora.

Tornando alla strategia della vetrina dei successi bisogna capire che questa si basa sulla regola dei grandi numeri.

Ciò significa che si mostrano centinaia di risultati dei famosi “prima e dopo” per mostrare tutti i successi.

Tale grande vetrina spiazza l’utente medio che è incantato dai tantissimi risultati e non vede l’ora di comprare un programma on-line per raggiungere gli stessi straordinari risultati.

Tuttavia anche se centinaia di risultati sono sorprendenti bisogna capire su quale campione di clienti sono state selezionate le foto.

Se si hanno 1000 clienti on-line e si fanno ottenere a 700 persone risultati eccezionali allora il prodotto che si vende è a dir poco eccezionale.

Parliamo del 70% dei risultati con successo! Una percentuale altissima.

Siamo di fronte ad un trainer che sa il fatto suo, è un professionista serio e sta facendo di sicuro un ottimo lavoro non solo di vendita ma anche tecnicamente.

Se, invece, si hanno 1000 clienti on-line e si mostrano “solo” 100 foto di successi (che potranno sembrare tanti) in realtà non è proprio un grande risultato… Stiamo parlano di appena il 10% di successi.

100 foto del prima e dopo sono comunque disarmanti. Sono tantissime. Potresti trascorrere ore a vederle tutte, leggendo le recensioni (ovviamente tutte positive) e alla fine convincerti che anche tu devi essere uno di quelli in foto.

Bisognerebbe prendere in considerazione, però, che le altre 900 persone non hanno avuto lo stesso risultato.
Qualcuno si è trovato male, qualcuno non è cambiato di una virgola e qualcuno, purtroppo, è anche peggiorato.
Ma questo, ovviamente, non lo vedrai mai sulla pagina pubblicitaria.

Nessun commerciante metterebbe in vetrina il suo prodotto peggiore ma lo nasconderà con molta attenzione.
La questione è che si punta molto sulla debolezza, la fragilità e talvolta la disperazione degli utenti.

Persone che da anni vorrebbero cambiare a tutti i costi il loro corpo, non si accettano, si sentono male fisicamente o vorrebbero sentirsi più in “salute”.

Anni che ricorrono a facili soluzioni e puntualmente cadono nella trappola di “venditori” senza scrupoli che si approfittano delle loro debolezze.

Il Personal Fitness Trainer (il tecnico) è cosa bene diversa dal Personal Fitness “Training” (il prodotto)!
Alcune letterine che fanno una grande differenza. Cerchiamo di capire bene la cosa.

Ci sono Trainer che sono eccellenti venditori, comunicatori, empatici e talentuosi fisicamente e con una dialettica da incantatori di serpenti.
Tuttavia non necessariamente sono validi tecnici nella realizzazione del Training (prodotto). Sono così bravi a vendere che anche se ti vendessero dei mobili da cucina li compreresti lo stesso.

Avere un corpo “perfetto” non significa per forza di cose sapere come farlo ottenere agli altri. Le cose sono un tantino diverse.

Ci sono stati degli sportivi professionisti che hanno vinto campionati mondiali. Tuttavia, poi, non sono mai riusciti ad affermarsi come tecnici-allenatori perché non ne avevano ne le competenze ne le conoscenze e probabilmente neanche le attitudini al lavoro di tecnico.

Altri non si sono mai affermati come atleti ma sono diventati degli eccellenti tecnici facendo vincere campionati mondiali ai loro atleti.

Il Training va contestualizzato. Va adattato all’utente e non viceversa!

Bisogna capire prima i limiti della persona e solo dopo le sue potenzialità per riuscire a sfruttarle a pieno.

Non basta riproporre quello che si è fatto in prima persona e venderlo come valido per gli altri.

Siamo diversi e ognuno di noi rientra in una categoria specifica di persone.

Un breve colloquio telefonico o una videochiamata non potrà mai sostituire una valutazione della composizione corporea fatta dal vivo, un esame biompedenziometrico, una valutazione dei range articolari o la valutazione dell’esecuzione di un esercizio.

È anche vero, purtroppo, che spesso queste valutazioni non vengono proposte neanche dal vivo… e allora dal vivo oppure on-line non c’è nessuna differenza.

Viene venduto un programma “pseudo personalizzato” e mandato all’utente senza troppi giri di parole o valutazioni.
Il cliente si adeguerà al programma e non viceversa.

Se la persona in questione ha tutti i presupposti per farlo otterrà risultati di sicuro e sarà aggiunto alle altre 100 fotografie dei successi… altrimenti pazienza. Vorrà dire che quella persona non è fatta per quel programma.

In definitiva, molto spesso, on-line vengono venduti programmi ai quali bisogna adattarsi, a qualsiasi costo. Senza tener conto da dove si parte.

Il successo o meno del programma è una specie di lotteria e se va bene si aggiunge alla lista in vetrina sui social altrimenti, pazienza… Ci si affiderà ad un altro programma finché non si perde la pazienza, ci si fa male, si creano problemi seri o si abbandona completamente.
Spesso si finisce col dire: “Non fa per me…”.

Non è così! Tutti possono migliorarsi ma bisogna farlo su misura per se.

Quando cerchi un Personal Fitness Trainer non guardare solo la sua “vetrina”.
Oggi è molto facile di averne di professionali, accattivanti che ti inducono all’acquisto.

Pagine social e siti web degni di aziende da milioni di dollari.
Ci sono agenzie alle quali si pagano migliaia di euro al mese per entrarti in testa.

Presenti ovunque nei social, sul web, per posta elettronica, per strada e ovunque possano raggiungerti.

La pubblicità è l’anima del commercio ed è giustissimo promuovere il proprio prodotto ma ricorda che un Personal Trainer lavora con la tua salute, non ti sta vendendo uno zainetto che mal che vada puoi sempre darlo via.

La salute è altra cosa.

Va bene pubblicizzare un prodotto ma quando riguarda la salute deve essere scientifico, qualitativo e sicuro non solo accattivante.

Non basta vedere migliaia di followers o like alla pagina come segno di “affidabilità”.

Quelli molto spesso non sono neanche reali. Tra l’altro le agenzia sono eccezionali a farti salire i followers in un modo che neanche immagini.

Un professionista fidato molto spesso ti viene consigliato. Dall’amico che si è trovato bene, dal medico, o addirittura da un altro professionista che nutre stima nei suoi confronti.

Quest’ultimo fattore è molto importante perché potrebbe rappresentare la base del lavoro di qualità del personal training a distanza.

Infatti se si chiede il consulto ad un professionista di Roma ma si vive a Milano ci si potrebbe avvalere di un altro professionista a Milano che fa le sue veci. Raccomandato da quello di Roma per far eseguire tutte le valutazioni del caso.

Composizione corporea, la mobilità articolare, gli schemi motori, l’esecuzione degli esercizi e le potenzialità performanti. Tutte test e analisi fatte però dal vivo.

Il professionista della propria zona potrebbe comunicare i dati raccolti a quello a distanza che potrà elaborare i dati e creare un programma realmente su misura.

Una volta avviato il Training personalizzato potrà, finalmente, essere seguito a distanza sulla base di dati reali, raccolti dal vivo da personale competente.

Valutare la formazione di un tecnico è importante. I titoli non sempre denotano professionalità ma aggiunti ad altre capacità personali e professionali fanno una grande differenza.
Assicurati di capire con chi hai a che fare.

Oggi sui social si può scrivere ciò che si vuole ed è difficile che si riesca a contestarlo.

Puoi anche scrivere che hai centinaia di titoli ma alla fine lavoravi fino a ieri in un panificio ed i titoli neanche esistono.
Chiedi con quale ente si è certificato il Trainer e se esiste davvero.

Ha superato gli esami per conseguire il certificato? È un ente accreditato? Esiste una lista dove puoi valutare se realmente si è mai certificato? Ha un’assicurazione professionale? Ha veramente le carte in regola per “prescrivere” un programma di allenamento su soggetti che, in realtà, non conosce?

È della tua salute che si parla non ti un passatempo.

Ti affideresti al primo meccanico qualsiasi per fare “mettere mano” alla tua auto nuova di zecca? Oppure andresti in un’officina autorizzata con tanto di garanzia dove tutti portano nuovi clienti e sono soddisfatti?
E allora perché per il tuo corpo ed il tuo benessere ti fai “incantare” dai venditori del web?

Ci sono tantissimi validi e bravi professionisti nel mondo del Fitness. Non fermarti alle apparenze. Abbi pazienza perché è un investimento che stai facendo per il tuo futuro, per la tua salute.

Apri gli occhi e affidati a chi realmente puoi capire le tue richieste e sappia realmente leggere il tuo corpo.

Per un programma di allenamento scientifico e sicuro occorrono dei test, delle valutazioni, lo studio della composizione corporea e dello stato di salute.

Davvero credi che basti dire il peso, l’altezza e l’obiettivo da raggiungere?

A questo punto compra un buon libro che magari ti spieghi le basi da dove partire, risparmi e ti fai una cultura.

Probabilmente alla fine impari a scegliere da solo il professionista più adatto a te senza farti abbindolare da chi sa vendere ma che in fondo vende prodotti che non fanno al caso tuo.

On-line si possono offrire sicuramente dei validissimi servizi di consulenza. Ma bada bene si parla di consulenze non di Personalizzazione dei programmi.

Le valutazioni fisiche, almeno una volta, devono essere fatte dal vivo direttamente dal professionista in questione o da un suo fidato collega nella tua zona. Sarà poi quest’ultimo a riferire i dati al tecnico che hai scelto come Trainer a distanza.
Le soluzioni ci sono basta solo trovarle.

Non farti abbindolare dalle apparenze…
Non voglio scoraggiarti ma farti un attimo ragionare.

Il Fitness è Scienza e faresti bene a non prenderlo alla leggera.

Purtroppo le variabili in gioco sono tante e posso garantirti che nella maggioranza delle persone dell’era moderna è veramente difficile realizzare un programma Fitness che dia risultati sperati.

Il mondo del fitness è pieno di persone che eseguono schede di allenamento con esercizi e criteri che nulla hanno a che vedere con la loro struttura.

Occorre tempo, pazienza, valutazioni dettagliate e rivalutazioni periodiche.

Il corpo ha bisogno del suo tempo per imparare gli esercizi, per metabolizzare la tecnica di esecuzione, per consumare pochi grammi di grasso o mettere su massa muscolare.

Dovresti aver ben chiaro che i cambiamenti arrivano col tempo, se si stanno facendo le cose come si deve.
Non bisogna buttarsi a capofitto e provare l’ennesima strategia senza scientificità.

Pondera bene la tua scelta e stai attento.

Ti auguro di raggiungere i tuoi risultati con il tuo Personal Trainer di fiducia che ti prescriva, finalmente, il tuo Personal Fitness Training su misura per te.

Che sia a distanza o ad un passo da casa tua, spero tu possa trovare un vero professionista che ti guidi come meriti.

In bocca al lupo per il tuo percorso.

Fonte : Antonio Parolisi DocPosture

Se desideri frequentare una palestra specializzata nell’allenamento femminile dove i tuoi valori antropometrici sono periodicamente monitorati e dove i tuoi allenamenti sono personalizzati in base al tuo BIOTIPO con il supporto di un’istruttrice sempre al tuo fianco…

CLICCA QUI E SCOPRI COME MOVES CLUB PUÒ AIUTARTI

PRENDITI CURA Di TE STESSA!

Möves!(MUOVITI!) #muovitiadesso  #muovitispesso