Sei androide o ginoide ? VUOI DAVVERO OTTENERE DEI RISULTATI ?Ecco l’elenco delle anamnesi consigliate prima di impostare il tuo all’allenamento.

Articolo a cura di Alessandro De Vettor

Premesso che esiste una relazione fondamentale e biunivoca tra risposta ormonale ed allenamento e che è fondamentale tarare l’allenamento femminile sulle caratteristiche biotipologiche della donna, in questo articolo focalizzeremo l’attenzione su una fase precedente. 

Descriveremo cioè quali test dovrebbero essere effettuati, e quali informazioni si dovrebbero da essi ricavare, per determinare lo stato iniziale della donna, sia dal punto di vista fisico generale che da quello metabolico-ormonale.

Infatti, a prescindere dall’ambito di appartenenza : GINOIDE o ANDROIDE,  è sempre consigliato  sottoporsi ad una serie di analisi e valutazioni strumentali indispensabili per lo sviluppo del piano di lavoro.

Gli esami proposti corrispondono a quelli teoricamente necessari per l’ottimizzazione del programma di allenamento. Ben sappiamo, però, che nel concreto solo una minoranza di soggetti è interessata e disposta a sottoporsi a qualcosa che vada oltre la semplice visita medica per stabilire l’idoneità alla pratica sportiva. Ciò detto, qualora si volesse procedere ai test, è opportuno ricordare la necessaria collaborazione e  prescrizione da parte di un medico specialista, che potrà anche coadiuvarci nell’interpretazione dei risultati.

Il primo obiettivo sarà verificare l’esistenza di quelle patologie o sindromi tipicamente associate alla donna androide o ginoide.

Nel soggetto Androide è stata spesso riscontrata un’associazione con grasso addominale, sindrome metabolica o insulino-resistenza. Nel biotipo Ginoide, è emersa invece una stretta correlazione tra la policistosi ovarica, la resistenza insulinica ed i disturbi metabolici.

Qui di seguito si riporta l’elenco delle anamnesi consigliate:

BIA (bioimpedenziometria): permette lo studio della composizione corporea identificando idratazione cellulare (acqua totale, intra-extra cellulare), massa magra, massa grassa ed altri informazioni sullo stato di benessere fisico e cellulare del soggetto. (Per questo test non è necessaria la prescrizione medica).

TERMOGRAFIA COMPUTERIZZATA o da CONTATTO: le donne, in particolar modo quelle ginoidi, tendono a presentare inestetismi diffusi su glutei, gambe e a volte su zone specifiche degli arti superiori. Tale condizione è spesso causata dallo stato edematoso del soggetto. La termografia permette di appurare lo stadio di PEFS (panniculopatia-edemato-fibro-sclerotica) e, a seconda del suo grado ed estensione, di intraprendere un trattamento mirato delle zone interessate. (Non è necessaria la prescrizione medica).

ECO-DOPPLER (venoso-arterioso) degli arti inferiori: utile per controllare la circolazione sanguigna e le alterazioni vascolari sia venose che arteriose. Questo, per un qualsiasi tipo ginoide, è importante per capire lo stato di funzionalità circolatoria ma soprattutto per decidere l’approccio iniziale di lavoro. (Necessità di prescrizione medica).

ANALISI EMATICO-CLINICHE-ORMONALI: Tali analisi consentono di conoscere lo stato ormonale dei soggetti, androide o ginoide, che, come detto, presentano spesso profili ormonali alterati. (Necessitano di prescrizione medica).

Da controllare sono i livelli di:

DHEA (coinvolto nei processi d’INVECCHIAMENTO, regolatore del metabolismo lipidico, glicidico, proteico, e regolatore glicemico) 
17-Β Estradiolo
Progesterone
Prolattina
Aldosterone (regolatore della concentrazione di sodio e potassio nel sangue)

Cortisolo (ormone iperglicemizzante)

FSH (funzione gonadica)
LH (funzione gonadica)
SHBG (valutazione iperandrogenismo)
Testosterone Totale e Libero (valutazione iperandrogenismo)
T4 – T3 – TSH (funzionalità tiroidea e regolatori del metabolismo)

ANALISI EMATO-CLINICHE-GENERALI: queste, oltre a fornire indicazioni sullo stato di salute generale, aiutano a capire alcuni aspetti metabolici e ad individuare la presenza o meno di eventuali situazioni come Sindrome Metabolica, Sindrome di Insulino-Resistenza, Ipercolesterolemia, Iperglicemia (…). (necessitano di prescrizione medica)

Emocromo completo
Insulinemia a digiuno
Glicemia a digiuno
Emoglobina Glicosilata
Trigliceridi
Elettroliti (sodio, potassio, calcio, magnesio, fosforo)

Colesterolo
HDL – LDL
GOT – GPT (Gamma GT)
Creatininemia
Proteina C reattiva

Analisi delle urine con particolare riferimento al ” pH urinario” e al ” Peso specifico delle Urine”.

Queste valutazioni devono essere ripetute periodicamente durante la programmazione annuale di lavoro (Macrociclo).

Per il soggetto ginoide la scansione temporale prevede:

QUANTE VOLTE HAI PROVATO A DIMAGRIRE? E QUANTE VOLTE HAI MISERAMENTE FALLITO? Forse credi anche tu che…

Scoperti i motivi per cui la maggioranza delle diete fallisce : credere che solo l’aerobica faccia perdere peso o affidarsi alla riduzione delle calorie come unico parametro di riferimento. FONTE : Roberto Calcagno by www.fitnessitalia.it Spesso, in veste di consulente o docente ai corsi di formazione, ho rilevato una situazione costante in varie palestre:– in…

SAI QUAL È IL NEMICO PIÙ PERICOLOSO DEI NOSTRI TEMPI?

Che sia sul divano o alla scrivania, trascorriamo seduti 9,3 ore al giorno (senza contare il tempo passato a dormire). In pratica, rimaniamo inattivi per 36 anni della nostra vita, una condizione che non si addice al nostro corpo di cacciatrici-raccoglitrici. Ecco le problematiche a cui l’INATTIVITÀ ci condanna, e qualche consiglio su come ridurle.…